BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CAPODANNO 2014/ Leopardi, Pavese e quello stupido spumante di mezzanotte

InfophotoInfophoto

Chi non ha un appuntamento spera a vuoto, vende i suoi almanacchi (o le sue chiacchiere sul pensare positivo, sul guardare il lato buono delle cose, in un incomprensibile e distratto – disperato – slancio d'ottimismo). Se ci accade quell'involontario inizio di felicità presente mentre ci prepariamo il cuore per qualcuno, solo allora, potremo rispondere facilmente alla domanda: in cosa speri per l'anno nuovo? Cosa speri, meglio, non dall'anno nuovo ma nell'anno nuovo? Cioè: chi stai aspettando domani perché ti ha già conquistato oggi?

© Riproduzione Riservata.