BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CENONE DI SAN SILVESTRO 2013/ Si avvicina l'appuntamento, i consigli per i primi piatti

Pubblicazione:martedì 31 dicembre 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 31 dicembre 2013, 19.28

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

CENONE DI SAN SILVESTRO: I CONSIGLI PER I PRIMI PIATTI - Dopo gli antipasti a base di pesce, anche la prima portata dovrà essere “di mare”, per dare una coerenza al cenone. Prima di sedervi a mangiare l'antipasto ricordate di mettere sul fuoco l'acqua della pasta, in modo tale da non fare aspettare molto gli invitati. Le nostre linguine (o bavette, o spaghetti se preferite) saranno condite con un misto di cozze, vongole e gamberetti. Per prepararle dovete far soffriggere dell'aglio in un po' d'olio, aggiungere frutti di mare, sfumare con del vino bianco, e poi aggiungere prezzemolo, pepe nero (a piacimento) e pomodorini freschi. Vi ricordo che i frutti di mare non devono cuocere molto e sarebbe meglio toglierli dal fuoco a mano a mano che i loro gusci si aprono. Condite le linguine e servitele. Prima di sedervi per mangiare il primo riaccendete il forno, pronto per infornare il secondo.

CENONE DI CAPODANNO 2014: I CONSIGLI PER GLI ANTIPASTI Mancano poche ore alla fine del 2013 e all'inizio del 2014 e come tradizione il passaggio al nuovo anno verrà festeggiato con il cenone di San Silvestro, la lunga cena del 31 dicembre che si protrae fino alla mezzanotte. Sembra strano festeggiare la fine 2013 caratterizzato dalla crisi. Ma quindi come sarà questo cenone? Low cost. Questa è la risposta degli esperti. Secondo un’analisi Coldiretti/Ixé sembra che gli italiani spenderanno in media 66 euro per la spesa scegliendo più prodotti Made in Italy e di minor costo cominciare dello spumante preferito allo champagne. Non sapete ancora cosa preparare? Ecco un menù gustoso e semplice da fare. Partiamo dagli antipasti. Iniziamo la nostra cena con un bel sanbitter (al quale potrete unire un po' di Martini e un succo di frutto per fare qualcosa di più elaborato) e un antipasto di misto fatto di tartine varie (sia nella forma che nel colore) grazie alle mitiche uova di lompo (il fratello “povero” del caviale). Prendete delle fette di pan carrè, spalmateci sopra un po' di maionese, e poi unite le uova (rosse e nere), e sistematele in un centro tavola abbastanza capiente. Insieme a queste tartine potrete prepararne delle altre a base di salsa tonnata, tonno e olive da sistemare con famoso stuzzicadenti. Per l'antipasto vero e proprio preparate della mollica di pane (o pangrattato) alla quale unirete capperi, acciughe, olive verdi, prezzemolo, aglio, peperoncino (se preferite) e due cucchiai di sugo. Passate tutto al mixer mentre unite dell'olio. La mollica dovrà essere umida e ben bagnata in tutti i suoi punti (attenti a non esagerare). Con questa mollica potrete preparare le cozze gratinate (da passare al forno 7 minuti circa) da usare come antipasto o anche come secondo. Insieme alle cozze prepareremo un cocktail di gamberi. In una terrina capiente unite i gamberi (puliti e bolliti) a del prezzemolo, un po' di insalatina tritata finemente, prezzemolo e della salsa cocktail (acquistabile già pronta). Mescolate il tutto e sistemate il vostro cocktail sui crostini o in una foglia di radicchio (una porzione per piatto). Per finire il nostro antipasto, abbiamo preparato degli spiedini di calamari e gamberi che passeremo nella mollica e poi al forno per pochi minuti. Nel forno a 180 gradi circa potrete mettere sia le cozze che gli spiedini.



© Riproduzione Riservata.