BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA/ Perché nell'ultima omelia l'unico sereno era J. Ratzinger?

Benedetto XVI (InfoPhoto) Benedetto XVI (InfoPhoto)

Se c’è qualcosa che le dimissioni di Benedetto XVI hanno definitivamente archiviato è il sospetto di ipocrisia religiosa, quella che lui stesso ha denunciato sotto le cupole scintillanti di San Pietro. “Il vero discepolo non serve se stesso o il pubblico, ma il suo Signore”. Non è la risposta alle velate obiezioni, ai malcelati mugugni, alle frettolose e quasi omissorie spiegazioni seguite al suo gesto rivoluzionario? “La nostra testimonianza sarà sempre più incisiva quanto meno cercheremo la nostra gloria” ha detto “la ricompensa del giusto è Dio stesso, l’essere uniti a Lui”. Nessuno oggi ha più fede di quest’uomo. La Chiesa ha un’unica possibilità: lasciarsi prendere per mano e farsi accompagnare fino al momento del distacco. E nel frattempo amarlo come non ha mai fatto.  

© Riproduzione Riservata.