BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COPPIE GAY/ Se basta un mutuo a smascherare la "truffa" sui registri delle unioni di fatto

Pubblicazione:venerdì 15 febbraio 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Diversi Comuni hanno stabilito queste categorie anagrafiche, il più delle volte per coprire le coppie di fatto. In questo modo trascurano però altre forme di convivenza che in linea generale sarebbero del tutto meritevoli di rispetto, come quelle tra fratello e sorella.

 

Le coppie gay non andrebbero riconosciute almeno sul piano del diritto privato?

Lei però sta citando un fatto che non è privato ma pubblico. Stiamo parlando dell’assegnazione di mutui agevolati, che presuppongono una graduatoria e una valutazione comparativa, in particolare quando i fondi da erogare siano scarsi. Il diritto privato è quello gestito completamente da soggetti privati, senza alcun riferimento che vada al di là della loro privatezza. Se una coppia presenta un’istanza a un ente pubblico come il Comune o la Regione, entra nella logica del diritto pubblico.

 

Quali sono quindi i diritti di una coppia gay?

Nessuno nega che una coppia gay abbia tutto il diritto di convivere privatamente e senza alcuna discriminazione esterna. Il problema è quando la coppia gay pretende un riconoscimento pubblico identico o equiparabile a quello delle coppie sposate. E’ a questo livello che non si trovano ragioni sociali, cioè pubbliche, per accettare questa richiesta e ciò che essa comporta.

 

Che cosa ne pensa invece dell’equiparazione per quanto riguarda il diritto di fare testamento o di assistere il convivente in ospedale?

Sono tutti pretesti. Il diritto di fare testamento è sovrano, e quindi chiunque può fare testamento e lasciare le sue sostanze allo Stato, al convivente, ai parenti in America o alla Chiesa. Il diritto di assistenza in ospedale del convivente gay sicuramente non è formalizzato dalla legge. Ma chi conosce la pratica sanitaria italiana e la difficoltà da parte degli ospedali di assistere adeguatamente gli ammalati, sa benissimo che le strutture di cura sono ben felici che non solo i parenti, ma anche gli amici vengano a prendersi cura dei loro cari.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
15/02/2013 - Io voglio bene ai gay però esagerano. (claudia mazzola)

Ultimamente sulla terra sembra che esistano solo i gay. I miei occhi vedono solo problemi di famiglie naturali e nessuno ne parla di loro?

 
15/02/2013 - Nessuna concessione (GIOVANNI PIERONI)

L' ordinamento giuridico vigente già riconosce tutti i diritti fondamentali, fatta eccezione per quello alla vita del nascituro, essendo ammesso l' aborto e l' eliminazione degli embrioni e per il diritto dei figli ad avere una famiglia unita essendo ammesso il divorzio