BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 22 febbraio 2013, si ricorda la Beata Maria di Gesù fondatrice dell'Istituto di Maria Riparatrice

Beata Maria di Gesù Beata Maria di Gesù

Passarono gli anni e diverse nuove Case appartenenti all'Istituto da lei fondato vennero costruite, e nel 1860, Madre Maria di Gesù, nome che Emilia decise di adottare, dopo un lungo pellegrinaggio a Loyola in onore di Sant'Ignazio, scrisse una lettera alle suore che mise a capo delle sue Case, spiegando loro come la vita religiosa doveva essere vissuta e come questa doveva essere insegnata agli altri. Gli anni successivi però non furono felici per Emilia: seppur i suoi due figli maschi si sposarono e le due figlie femmine la seguirono nell'Istituto delle Riparatrici, Emilia venne accusata dai parenti di aver condizionato le figlie e di averle costrette a diventare suore, accuse che la fecero soffrire parecchio, e come se non bastasse, Emilia dovette sopportare la morte delle figlie, avvenuta rispettivamente nel 1867 per tubercolosi e nel 1872 dopo una lunga malattia. La morte delle figlie segnò profondamente Emilia, che sfiorò più volte la pazzia, riuscendo comunque a rimanere in sé dopo grandi sforzi spirituali e al lavoro svolto nell'Istituto: Emilia morì nel 1879 a casa del figlio all'età di 59 anni. Emilia è stata  beatificata nel 1997 da Papa Giovanni Paolo II.  Viene ricordata soprattutto in Belgio, terra nella quale nacque, con diverse processioni e feste che si svolgono il 22 febbraio, precedute dalle messe che si svolgono nelle Chiese e nei vari Istituti e Case da lei fondati.

© Riproduzione Riservata.