BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIZI/ La vita che si "gioca" tra figli e conti da pagare non deve diventare un azzardo

Infophoto Infophoto

Per gli psichiatri francesi Marc Valleur e Jean-Claude Matysiak si tratta di -“un modo di mostrare la potenza del proprio desiderio al di sopra delle leggi della natura”, di “convocare le grandi potenze genitoriali che sono il destino e il caso”. Comunque è la vittoria dell’irrazionalità in un campo – l’economia familiare – che invece reclama responsabilità.

La medicina vuole intervenire: basta andare nel sito della prestigiosa Mayo Clinic per trovare un aiuto alla patologia da gioco d’azzardo; ma come può farlo quando proprio in piena crisi si viene bersagliati da forti e ben studiati inviti a giocare? La frase “giocate con misura”, detta da chi mostra con scintillio e glamour la bellezza di affidare al caso i soldi, finisce col suonare ironica.

Gradiremmo che l’incombenza di rimpinguare l’erario fosse condita da maggiore cautela, perché le scorciatoie sono sempre pericolose; questa in particolare può creare disagi in chi è più debole, più influenzabile e forse anche più disperato: il gioco può sfociare in patologia e debiti; e la vita, quella che si “gioca” tra figli, conti da pagare, stipendi ridotti, non deve diventare un azzardo.

© Riproduzione Riservata.