BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 12 marzo, si celebra San Luigi Orione, fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza

San Luigi OrioneSan Luigi Orione

Gli anni successivi lo vedono impegnato nell'aiuto delle vittime del terremoto che colpisce la città di Messina nel 1908: da particolare supporto agli orfani, a chi è rimasto senza più una casa e si dedica personalmente all'attività di ricostruzione. Dopo la Sicilia è la volta del Brasile: la sua opera di carità e di evangelizzazione è destinata ad arrivare anche in America Latina. Nel 1913 parte la prima spedizione di missionari destinati a creare anche oltre oceano case famiglia, centri di ascolto e portare ovunque la parola di Cristo.

Negli anni a venire è tutto un susseguirsi di aperture di fondazioni e istituti educativi, che, non di rado coinvolgevano anche i laici. Tale frenetica attività raggiunge il suo apice nel primo dopoguerra, periodo durante il quale sorgono in ogni città d'Italia, ma anche in molte regioni del Sud America, istituzioni per i bisognosi: Uruguay, Argentina, Brasile, Cile, ma anche Rodi, Polonia, Palestina sono solo alcune delle zone raggiunte dalla mano caritatevole di Orione.

Dopo una vita vissuta all'insegna della generosità, della filantropia e della cura del prossimo, nel 1940, Luigi Orione decide di ricoverarsi a seguito del manifestarsi di due attacchi di cuore. Stroncato dal terzo, muore il 12 marzo 1940, bisbigliando: "Gesù! Gesù! Vado". Alla sua morte, la sua salma è contesa un po' da tutti i paesi e le città dove la parola di Orione è giunta, ma alla fine è Tortona, il suo paese d'origine, ad accoglierlo. Il fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza è stato beatificato il 26 ottobre 1980 da papa Giovanni Paolo II, che lo ha proclamato santo il 16 maggio 2004.

© Riproduzione Riservata.