BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DALL'ARGENTINA/ La "rivoluzione" di Papa Francesco è risvegliare il desiderio dell'uomo

Jorge Mario Bergoglio è papa Francesco (InfoPhoto)Jorge Mario Bergoglio è papa Francesco (InfoPhoto)

Infine, il cardinale Bergoglio ci ha testimoniato la libertà della Chiesa che vive nella nazione, in difesa della persona e davanti ai potenti. In piena epoca di piombo, tra gli anni 1973 e 1979, tra democrazia peronista e dittatura militare, come pastore, in mezzo al fango della storia difese tante vite e accompagnò tanti lutti. Criticò con grande fermezza tanto la repressione senza legge né misura dei militari quanto la guerriglia che in molti casi ferì il corpo stesso della Chiesa, per mano di coloro che mandavano i giovani alla violenza e alla morte, confondendo la carità con la lotta per il potere in nome dei poveri e dell’ideologia. Poi, recentemente, con la pretesa di redenzione e di conseguente concentrazione totalitaria di potere propria del populismo kirchnerista, i suoi interventi sulle questioni educative e morali essenziali sono state considerate dal governo come stretegie di articolazione dell’opposizione politica. 

In questa difficile situazione, è sempre stato netto, fuori da ogni logica dell’esasperazione e della prepotenza, come della complicità e del silenzio. Ha sempre richiamato alla responsabilità di fronte a quello che accade, seguendo la via della pazienza nella verità e della giustizia nella carità e nel diritto. 

 Il Mistero ci dona una sequenza straordinariamente rivelatrice della creatività con la quale guida la Barca di Pietro.

© Riproduzione Riservata.