BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TWITTER/ La profezia dell'11 febbraio: il nuovo Papa si chiamerà Francesco

Il tweet della giovane studentessa spagnola, datato 11 febbraio, ha fatto il giro del mondo dopo l'elezione di Papa Bergoglio. Il fidanzato aveva sognato l'elezione di Papa Bergoglio

Infophoto Infophoto

“Il mio ragazzo ha fatto un sogno ieri notte e si è svegliato alle 4 del mattino. Il nuovo Papa si chiamerà Francesco I. Oggi Papa Benedetto XVI si è dimesso”. Questo il breve mesaggio che Yolanda De Mena, una giovane studentessa spagnola dell’Esic, l’istituto privato fondato dalla Congregazione religiosa dei Sacerdoti del Sacro Cuore, ha "twittato" l’11 febbraio sul suo profilo, poche ore dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Dopo l’elezione di Papa Bergoglio, questo è diventato uno dei tweet più diffusi e popolari di Twitter. L'autore del profetico sogno non è lei, ma il suo fidanzato, Alejandro Rodriguez De Cabo. Il "veggente" di Twitter ha fatto il giro del mondo arrivando sulle prime pagine di molti giornali sudamericani e spagnoli. In Colombia lo hanno addirittura intervistato in una trasmissione radiofonica, “Vibra’s channel”, e lui racconta così il suo sogno: ”Toccava a me eleggere il papa, ero nella Cappella Sistina che dicevo: questo è il nuovo papa Francesco primo” e ricordo che mi hanno corretto dicendomi che si diceva 'sua santità Francesco primo'. E per questo mi ricordai perfettamente il suo nome. Mi svegliai chiedendo subito alla mia fidanzata di cercare in google se c’erano stati altri pontecifi in passato con il nome Francesco, ma non li trovò”.

Il sogno è diventato realtà, Joseph Ratzinger si è dimesso e successivamente il gesuita Bergoglio è salito al soglio pontificio:”Non ci potevo credere”, ha dichiarato lui durante la trasmissione radiofonica. E la fidanzata ha twittato: ”Lui ed io eravamo con la pelle d'oca. Io l'avevo presa come uno scherzo, non pensavo che potesse diventare realtà”, sottolineando anche di non aver inventato nulla: “Non pensavo di avere un così grande impatto”. Mentre Alejandro ha spiegato alla radio di non aver scritto nulla lui in prima persona per “non sembrare un pazzo, un lunatico, per questo non lo scrissi io, ma Yolanda fece un tweet”. C’è chi non crede al tweet e pensa che sia solo un trucco. Trucco però difficile da realizzare su Twitter se non impossibile. L’unica certezza è che i loro followers sono aumentati in modo incredibile.

© Riproduzione Riservata.