BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ROBERTA RAGUSA/ L'esperto medico-legale: ecco come sciogliere il mistero dei resti ritrovati

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

 Inoltre, aggiunge Mastronardi,  "è chiaro che contestualmente non può non essere fatta la prova del dna. Esso andrà fatto comparandolo a quello  di un familiare, i figli ad esempio se ci sono, oppure con prova altrettanto valida che si può avere a disposizione con del dna reperito da oggetti usati dalla donna stessa, ad esempio tracce di saliva rimanenti su qualcosa usato in passato come francobolli o documenti di vario tipo".

Il dna infatti, conclude il professore, è sempre reperibile qualunque siano le condizioni dei resti umani ritrovati e anche a distanza di anni.

© Riproduzione Riservata.