BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Sirico (Usa): la povertà di Francesco rilancia lo sviluppo (economico)

Pubblicazione:

Papa Francesco (InfoPhoto)  Papa Francesco (InfoPhoto)

Sarà interessante vedere cosa accadrà, perché mentre Obama molto spesso parla facendo leva su parole e immagini che suscitano emozioni, quando si tratta di capire le cause della creazione di ricchezza ha una conoscenza molto superficiale degli affari, che sono il miglior modo che ci permette di aiutare i poveri a sollevarsi dalla miseria.

 

E l’America Latina? Il crescente sviluppo economico che sta incontrando sarà forse più ordinato rispetto a quello un po’ spericolato che ha caratterizzato l’Occidente?

Questo dipende da cosa si intende per “crescita ordinata”. C’è una grande tentazione, data la storia di molti paesi dell’America Latina, a rendere così “ordinata” l’economia che la crescita viene soffocata. La comprensione delle esigenze dei consumatori e l’organizzazione della produzione per soddisfare tali esigenze non costituiscono una scienza esatta e richiedono il rischio nell’impresa, ma anche una profonda conoscenza della cultura in cui tali imprese operano e sperano di avere successo. Altro discorso è se per “ordine” si intende lo stato di diritto: questo è, ovviamente, essenziale per assicurare il progresso economico e sociale.

 

Papa Bergoglio ha vissuto in Argentina tutta l’avventura ecclesiale della teologia della liberazione non condividendola e arrivando anche a condannare i suoi confratelli gesuiti che si lasciavano attrarre. Cosa ne pensa?

È stata una scelta molto coraggiosa che Papa Francesco fece a quei tempi in Argentina, e altrettanto difficile perché dovette confrontarsi con i suoi fratelli gesuiti che stavano tentando di politicizzare il Vangelo e il servizio ai poveri. È difficile ammonire le persone con cui si vive e si prega, quindi questo dimostra la chiarezza del pensiero del Santo Padre su tale questione. Vale a dire che si può veramente avere “un’opzione preferenziale per i poveri” senza avere “un’opzione preferenziale per lo Stato”.

 

(Giuseppe Sabella)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.