BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 20 marzo, si celebra San Giovanni Nepomuceno

Pubblicazione:

San Giovanni Nepomuceno  San Giovanni Nepomuceno

Dopo numerose torture, tutti cedettero alle richieste del re tranne Giovanni che resistette a tutto. Il re decise quindi di farlo incatenare e di farlo sfilare nella città fino al fiume Moldava dove lo gettò in acqua e lo lasciò annegare. Secondo un’altra versione della storia del santo, la causa della sua morte fu voluta dal re perché Giovanni non volle dirgli la confessione avuta dalla regina della Boemia, in quanto il re era dubbioso della sua fedeltà. Tutt'oggi sul luogo dell'esecuzione del santo si trova una lapide in suo onore e le credenze del posto dicono che chiunque tocchi la pietra sepolcrale con la mano sinistra avrà fortuna per ben dieci anni.

Per centinaia di anni Giovanni Nepomuceno è stato venerato solo dalla chiesa boema e dopo numerose richieste nel 1721 fu beatificato e nel 1729 venne canonizzato. Nel 1752 l’eremita Athanasius a Sancto Josepho creò numerosi dubbi sulla storicità di Giovanni Nepomuk a causa di documenti riguardanti il martire contrastanti con la sua storia conosciuta fino ad allora e questo portò alla distruzione di numerose opere a lui dedicate. Successivamente il culto fu ripreso e il 1993 fu dichiarato, dall'arcivescovo di Praga, l’anno di Giovanni Nepomuk.

Anche in Italia il culto per questo martire di origine ceca è molto sentito, sono infatti numerosissime le sculture e le statue sparse nelle varie piazze della nazione e nei musei delle grandi città italiane come Livorno, Roma, Napoli, Milano e tante altre. È inoltre il patrono della città di Finalborgo, in provincia di Savona, di Stazzo, una frazione di Acireale, e di Darzo in Trentino.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.