BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CASO MEREDITH/ La Cassazione: processo da rifare, annullata l'assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito

La Corte di cassazione annulla la sentenza del processo di appello e dichiara che Amanda Knox e Raffaele Sollecito non possono ritenersi assolti dalle accuse di aver ucciso Meredith Kircher

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Colpo di scena nel caso dell'omicidio di Meredith Kercher, la ragazza inglese uccisa a Perugia diversi anni fa. La Corte di Cassazione ha infatti deciso di annullare la sentenza di assoluzione dei due accusati di omicidio, l'americana Amanda Knox e l'italiano Raffaele Sollecito. Come si sa la sentenza del processo di appello aveva prosciolto i due ritenendoli innocenti. Da quel momento Amanda è tornata nella sua Seattle negli Statti Uniti da dove è facile immaginare adesso non tornerà più indietro in Italia per affrontare il nuovo processo, mentre Raffaele Sollecito si trova sempre nel nostro paese. La sentenza della Cassazione infatti costringe a ripetere tutto daccapo, processo compreso. Il nuovo processo di appello si terrà - non si sa ancora quando - a Firenze. Una storia infinita dunque questa dell'omicidio della ragazza inglese che continua a subire ribaltoni: prima la condanna, poi l'assoluzione, adesso la cancellazione dell'assoluzione. Evidentemente mancano prove, sicurezza, decisioni chiare su un mistero che rischia di rimanere tale. 

© Riproduzione Riservata.