BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PERUGIA/ Palazzo della Regione, uccide una impiegata e ne ferisce un'altra, poi si spara

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Tragico episodio stamane negli uffici della regione Umbria a Perugia. Un gesto di follia, una tragedia che al momento non ha alcuna spiegazione plausibile. Un uomo la cui identità al momento non è ancora stata resa nota, è entrato in alcuni uffici della Regione Umbria nel capoluogo in pieno centro cittadino e ha cominciato a far fuoco all'impazzata. E' riuscito a colpire due impiegate: una è morta e l'altra è rimasta ferita gravemente, non si conoscono per il momento le sue esatte condizioni di salute. Quindi ha rivolto l'arma verso se stesso e ha fatto fuoco uccidendosi. Forze di sicurezza e di soccorso sono arrivate sul posto ma la tragedia era già compiuta. Si cercherà di capire quale motivo possa aver spinto l'uomo a commettere l'omicidio e il suicidio, se per caso conosceva le due vittime o sono stati soltanto bersagli casuali. Secondo le prime ricostruzioni del caso, l'uomo era riuscito a salire sino al quarto piano quindi o era entrato sfuggendo ai controlli o aveva una motivazione plausibile per essere accolto fino all'interno del palazzo dove hanno sede vari assessorati e dove si entra solo con appositi appuntamenti. Il palazzo della Regione detto Broletto è proprio vicino al centro di Perugia a poca distanza della stazione ferroviaria. Il presidente della Regione, Catiuscia Marini, che stava prendendo parte alla direzione nazionale del Pd a Roma, è subito ripartita verso Perugia per seguire lo sviluppo del caso e stare vicina ai suoi dipendenti. Aggiornamento dell'ultimo minuto: è purtroppo spirata anche la seconda impiegata, che era stata ricoverata in gravi condizioni.



© Riproduzione Riservata.