BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STRAGE DI PERUGIA/ Video, chi è Andrea Zampi, l'assassino suicida

Uccise due impiegate della regione Umbria da un uomo che si è introdotto stamane nel palazzo. Voleva vendicarsi del fatto di non aver ricevuto un finanziamento per la sua impresa

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Terribile tragedia della follia stamane a Perugia. Un uomo armato si è introdotto nel palazzo della Regione e quindi ha aperto il fuoco contro alcuni dipendenti che si trovavano sul posto. L'episodio è successo al quarto piano del palazzo che ospita vari assessorati: il presidente della Regione, che si trovava a Roma per prendere parte alla direzione nazionale del Partito democratico, è immediatamente ritornata a Perugia per seguire la vicenda. Nonostante il pronto arrivo di forze dell'ordine, della Digos e ambulanze, l'uomo ha freddato due impiegate: una delle due è morta dopo il ricovero in ospedale per le gravi ferite riportare. L'uomo invece dopo aver sparato e colpito si è suicidato. Dopo alcune ore dal fatto è stato possibile ricostruirne l'identità: si tratta di Andrea Zampi, un imprenditore 42enne del campo della formazione per la moda. Secondo le prime ricostruzioni era infuriato con la regione perché gli aveva fatto perdere un finanziamento da 150mila euro. Da qui il desiderio di vendicarsi contro chiunque avesse potuto incontrare: vittime della sua follia le due donne, una delle quali era una impiegata precaria. Secondo quanto si è venuto a sapere lo Zampi era riuscito a raggiungere nonostante avesse con sé un'arma da fuoco il quarto piano del palazzo dove ha sede l'assessorato ai servizi sociali, probabilmente proprio quello che voleva colpire. Si è anche venuto a sapere che l'uomo aveva già provocato problemi in regione in precedenti occasioni, dicendo spesso di voler risolvere e sistemare da solo la questione. Sul luogo, oltre al presidente della Regione Umbria Catiuscia marini, ci sono tutte le massime autorità cittadine, tra cui il sindaco Vlaidimiro Boccali che ha commentato: "E' una tragedia immane, frutto di un clima orribile legato all'attuale situazione economica".


COMMENTI
06/03/2013 - Prego x Andrea e le vittime... (claudia mazzola)

Signore ti prego fai che non arriviamo a questi atti orribili, aiutaci e perdonaci.