BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Un padre e la figlia che ha tentato di ucciderlo: basterà il perdono?

Pubblicazione:giovedì 7 marzo 2013

Infophoto Infophoto

Quanto basta, per una ragazza innamorata, al centro di una realtà difficile,  non solo ad allontanarsi da lui, ma a cercare di eliminarlo, per cancellare con lui anche quell’ultimo barlume di autorità, quell’ultima voce di coscienza, e il ricordo di regole e di un giudizio, che non si possono ascoltare, quando il desiderio di essere liberi urla così forte nel cuore.

Il padre di cui parliamo è vivo, e assiste oggi  al tradimento della figlia, all’arresto del suo compagno, alla distruzione di un futuro per cui, chissà, magari aveva sperato grandi cose.  Nelle tinte scurissime di questa storia, c’è però il tempo per ricostruire. Per un padre ferito, che proprio dall’essere padre, e guardando al Padre del figliol prodigo, può ripartire per perdonare e accogliere, e per una figlia che può ancora tornare indietro, aprire gli occhi sull’uomo che ha accanto, e diventare una mamma bambina, che nel contatto con il padre, potrà aiutare suo figlio a diventare uomo.

 

(Maria Elena Rosati)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.