BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 7 marzo, si celebrano le sante martiri Perpetua e Felicita

Sante Perpetua e FelicitaSante Perpetua e Felicita

Al martirio sperava di sottrarsi Felicita, visto che la legge vietava di condannare a morte le donne incinte, ma, il destino volle che la povera serva partorì all'ottavo mese di gravidanza, a due giorni dalla presunta esecuzione. La bimba appena nata venne data in affidamento a una donna cristiana e Felicita, Perpetua e gli altri catecumeni furono condannati a regolare esecuzione: approfittando di uno spettacolo castrense organizzato per festeggiare il compleanno del figlio dell'imperatore, il 7 marzo 203. I martiri, condotti nell'anfiteatro e acclamati dalla folla urlante furono prima frustati e poi sbranati da animali.

Per via della loro straziante, dolorosissima storia, il culto delle due martiri ha iniziato ad avere larga diffusione già subito dopo la loro morte. Invocate anche al di fuori dei confini africani, vengono festeggiate e ricordate il 7 marzo, data del loro martirio. Sono altresì invocate durante la veglia pasquale della Chiesa Cattolica. Dal 1807 le reliquie di Perpetua sono conservate presso la chiesa di Notre Dame di Vierzon (città di cui la nobildonna è patrona) dopo esservi state traslate in seguito a insistenti richieste degli abitanti della cittadina francese: nel 1632 una terribile epidemia di peste colpì la città e gli abitanti si rivolsero alla santa, pregandola affinché la diffusione del morbo cessasse, e in cambio si impegnarono a incastonare la sua testa in un reliquiario d'argento.

© Riproduzione Riservata.