BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BEPPE GRILLO/ L'inchiesta sull'autista accende lo scontro tra M5S e l'Espresso

Secondo un inchiesta condotta dall’Espresso, esisterebbero una serie di società in Costa Rica, noto paradiso fiscale, riconducibili a Walter Vezzoli, autista e factotum del comico genovese

InfophotoInfophoto

Pure Grillo con la trasparenza, e con la trasparenza fiscale, potrebbe avere qualche problema. Secondo un inchiesta condotta dall’Espresso, esisterebbero una serie di società in Costa Rica, noto paradiso fiscale, riconducibili a Walter Vezzoli, autista e factotum del comico genovese. Sarebbe, in particolare, titolare e amministratore di 13 società, di cui 4 anonime, situate nella provincia di Santa Cruz. L’Espresso spiega che, acconto al nome di Vezzoli, appare più volte quello di Nardeh Tadijk, cognata di Grillo. Si tratterebbe di società dal capitale decisamente esiguo, ma dall’ampio raggio d’interesse. Si va dal turismo, alle attività immobiliare, dall’agricoltura all’allevamento. Si domanda il settimanale: «A che cosa serve questa costellazione di società, dotate per altro di capitali sociali minimi, non più di 10 mila dollari ciascuna? Difficile dare una risposta precisa, visto che l'oggetto sociale indicato nelle carte appare ampio. Ad aumentare la difficoltà c'è poi il fatto che il livello di trasparenza delle informazioni societarie in Costa Rica è tra i più bassi al mondo». In particolare, una delle 13 società, ha dato via al progetto “Ecofeudo”. «E’ il nome di un resort extra lusso da 30 ettari da costruire sulle colline della baia Papagayo. A giudicare dalle foto pubblicate Ecofeudo non sarà un villaggio popolare». Vezzoli, dal canto suo, intervistato da Il Fatto quotidiano, ci ha tenuto a precisare che, anzitutto, il resort di cui si parla era un progetto che non è mai stato  realizzato. «Io andai a vedere 30 ettari di terreno e nelle mie intenzioni 15 dovevano essere edificati. Ma non ho comprato neanche un metro». Ma, cosa più importante, lui, in Costa Rica, ci viveva, e ci ha cresciuto suo figlio. Dove, se non lì – si domanda -, avrebbe dovuto registrare le società? Rispetto alla vicenda, Enrico Mentana si è detto convinto del fatto che, benché Grillo in quanto privato cittadino può avere proprietà dove meglio crede, sarebbe opportuno che facesse chiarezza. Intanto, la rete corre in soccorso del comico genovese. Molti utenti di Facebook non hanno esitato a parlare di “metodo Boffo”, chiedendosi dove sarebbe lo scandalo. La pagina Facebook di Vezzoli, in particolare, è stata riempita di messaggi di solidarietà. Vittorio Bertola, in particolare, capogruppo grillino al Comune di Torino ha scritto: «Io sono abituato a vedermi buttare m… addosso, fa parte del mio ruolo. Tu sei un privato cittadino ed è davvero una vergogna che ti prendano di mira. Valuta, e nel caso querela».

© Riproduzione Riservata.