BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STATO-MAFIA/ L'esperto: a processo uno Stato che ha "nascosto" Cosa nostra fino all'82

Pubblicazione:venerdì 8 marzo 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Non mi riferisco a particolari personalità, ma a una visione storica che parte dagli anni in cui queste trattative tra Stato e poteri criminali avvenivano. Fino al 1982-83, inoltre, lo Stato italiano ignorava l’esistenza stessa del fenomeno mafioso.

 

Si spieghi meglio.

Solo con la legge Rognoni-La Torre (che introduceva il reato di associazione mafiosa, ndr) queste elemento criminogeno venne contemplato dal codice penale. La stessa Cosa Nostra era considerata un fenomeno antropologico, certamente significativo, ma non penalmente perseguibile. Ben vengano quindi tutte le indagini possibili che possano aiutarci a capire non solo le vicende collegate ai nostri giorni, ma anche quelle passate.

 

Il processo prenderà il via il 27 maggio. Cosa si aspetta?

Ovviamente mi aspetto che si possa fare chiarezza e che possano emergere ulteriori elementi di novità ancora sconosciuti all’opinione pubblica. Sono tante le persone che, pur sapendo molto a riguardo, continuano a non parlare. Ed è per questo che le indagini risulteranno sempre più significative.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.