BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA STORIA/ Ivana e Rebecca, il doppio miracolo di tornare alla vita

Pubblicazione:domenica 14 aprile 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Così, la piccola Rebecca è restata nel nido, coccolata come fosse la bimba di tutti, e Ivana è stata portata in un altro ospedale della sua città, Catania, e il papà a fare la spola, un ditino sulla testolina della figlia, e poi dall’altra parte, una carezza alla sposa.

Finché è successo. Quello che a tutti pare un miracolo, e ai medici, prudentemente, un gran colpo di fortuna, Ivana si è svegliata, non solo: parla, si muove, e si è toccata la pancia, ha chiesto della sua bimba. Rebecca l’avevano pensato insieme, lei la conosceva già con quel nome. Rebecca, e ci hanno anche aggiunto Maria, che almeno una mamma lassù l’avesse di sicuro. Tra lo stupore dei medici ha chiesto di essere portata da lei, di averla addosso, di  sentire il suo tremore a contatto con la sua pelle. Quante lacrime il papà. Che il miracolo l’aveva chiesto tante volte, e lo aspettava, con forza, come si fa quando si chiede una cosa buona e giusta, con insistenza, sgridando chi di dovere perché tardava tanto. Due miracoli, aveva chiesto il papà. E due miracoli ha avuto. Per questo, d’accordo con Ivana, appena potranno voleranno tutti e tre in un paesino della Bosnia Erzegovina, dove la Madonna si fa vedere spesso, dicono, e così potranno dirle grazie di persona.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.