BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DIVORZIO BREVE/ I radicali depositano quesito referendario per eliminare i tre anni di separazione obbligatoria

Il 10 aprile scorso i radicali hanno depositato presso la Corte di Cassazione di Roma 6 nuovi quesiti referendari, tra cui quello sul divorzio breve. Ecco il testo del quesito.

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Il 10 aprile scorso i radicali hanno depositato presso la Corte di Cassazione di Roma 6 nuovi quesiti referendari. “Proprio quando la democrazia è in crisi, diviene più importante radicarla con nuove idee e attivare le sue istituzioni e i suoi istituti”, si legge sul sito internet dei radicali. “Due linee guida: riforme che mettano al centro dello Stato la persona anziché partiti ed apparati e il superamento di quelle leggi criminogene che soffocano il sistema giustizia, fanno esplodere le carceri, violano diritti umani e ci costano miliardi di euro. Sulle stesse linee guida sono in arrivo prossimamente alcune proposte di legge d'iniziativa popolare”. Tra questi sei quesiti compare anche quello relativo al divorzio breve, “per cancellare la follia tutta italiana dei tre anni di separazione prima del divorzio”. In particolare il testo del quesito referendario evidenzia l’intenzione di eliminare i tre anni di separazione obbligatoria prima di chiedere divorzio, la cui domanda potrebbe essere fatta contestualmente alla separazione. L’obiettivo dovrebbe essere quello di ridurre il carico giudiziario e sociale connesso alla durata dei procedimenti di divorzio.

© Riproduzione Riservata.