BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA FRANCESCO/ Bergoglio ai vescovi argentini: la malattia della Chiesa è l’autoreferenzialità

Francesco sta tornando su un ragionamento che ebbe già modo di esprimere nel corso delle Congregazioni e che ha rappresentato uno dei motivi per i quali i cardinali lo hanno eletto

InfophotoInfophoto

Papa Francesco sta tornando, in questi giorni, su un ragionamento che, a quanto pare, ebbe già modo di esprimere nel corso delle congregazioni generali e che sembra abbia rappresentato uno dei motivi per i quali i cardinali hanno deciso di eleggerlo al Soglio di Pietro. «Una Chiesa che non esce fuori da se stessa, presto o tardi, si ammala nell'atmosfera viziata delle stanze in cui è rinchiusa», ha spiegato in una lettera destinata ai vescovi argentini riuniti in assemblea plenaria a Pilar, fino al 20 aprile. Il Pontefice ha, poi, spiegato che l’autoreferenzialità è la tipica malattia della Chiesa. Consiste nel guardare esclusivamente a se stessi. Bergoglio ha, poi, invitato ad uscire da se stessi per andare verso le periferie esistenziali. Il Papa, per usare una metafora, ha poi spiegato che se uscendo di casa si rischia un incidente, allora è meglio «una Chiesa incidentata che ammalata». Bergoglio ha, inoltre, parlato di quel «narcisismo che conduce alla mondanità spirituale e al clericalismo sofisticato» che impedisce la «dolce e confortante allegria dell'evangelizzare». Il Papa, che da vescovo di Buenos Aires avrebbe dovuto partecipare all’assemblea, si è scusato per non poterci essere, a causa di «impegni assunti di recente».

© Riproduzione Riservata.