BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 18 aprile, si celebra San Galdino, il vescovo che sfidò Barbarossa

San Galdino San Galdino

Nel 1167 infine, Galdino venne nominato legato apostolico in Lombardia. Dopo la sconfitta dell'imperatore Federico Barbarossa e dei suoi alleati - avvenuta per mano delle truppe dei Comuni della Lega Lombarda - Galdino poté finalmente prendere possesso della sua diocesi. Non appena entrato a Milano, Galdino iniziò una radicale riforma della diocesi, deponendo tutti i sacerdoti e i vescovi consacrati dall'antipapa Vittore e nominando nuovi religiosi. Galdino insediò nuovi vescovi ad Alessandria, Alba, Asti, Vercelli, Torino, Novara, Lodi, Cremona, Brescia.

Oltre che alla riforma spirituale, il vescovo Galdino si interessò delle fasce più povere della popolazione, stanziando fondi della diocesi per l'assistenza ai meno abbienti. Infine, San Galdino si dedicò alla ricostruzione degli edifici religiosi e assistenziali di Milano, distrutti dall'imperatore Federico Barbarossa durante la sua occupazione della città lombarda. In seguito, Galdino si impegnò a combattere l'eresia catara, che stava sconvolgendo la Chiesa Cattolica in quegli anni. Il 18 aprile del 1176, nel corso di un duro sermone pronunciato contro gli eretici, l'anziano vescovo morì sul pulpito della sua cattedrale. 

© Riproduzione Riservata.