BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SENTENZA SCAZZI/ L'esperta: condanna prevedibile, ma non è finita qui...

La vittima, Sarah ScazziLa vittima, Sarah Scazzi

Secondo me sì. Ed evidentemente anche secondo i giudici che hanno formulato la sentenza.

Qualcuno ha ventilato l'ipotesi che l'uomo si sia accusato per scappare dalle due donne che rendevano la sua vita un inferno.
Sinceramente mi sembra un'ipotesi eccessiva. Una persona normale troverebbe un'altra soluzione... se ne andrebbe di casa, non farebbe ricadere su di sé la colpa di un omicidio e della violenza su un cadavere.

Allo stato attuale della situazione, per concludere, è difficile dire in che modo – e soprattutto quando – si chiderà definitivamente il caso.
Il dubbio maggiore è sui tempi, perché è tutto molto complesso. Bisogna vedere come andrà il secondo grado: non è finita qui. Ci saranno ancora molti anni per discutere del caso Scazzi, temo.

 

(Maddalena Boschetto)

© Riproduzione Riservata.