BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ALESSIA OLIMPO/ Bergamo, accoltella a morte la figlia di un anno e si suicida

A trovare i corpi di Alessia Olimpo e della bimba, sono stati i vigli del fuoco chiamati dal marito della donna, preoccupato dal fatto che non rispondeva da ore al telefono.

Lo stabile nel quale si è consumata la tragediaLo stabile nel quale si è consumata la tragedia

Una tragica e terribile scoperta, quella di Alberto Calderoli, dentista di Bergamo, che ieri sra ha trovato morte in un lago di sangue la moglie Alessia Olimpo, di 36 anni, e la figlioletta di appena un anno e mezzo: secondo i primi rilevamenti la donna avrebbe ucciso a coltellate la piccola e si sarebbe poi suicidata. L’uomo, allarmato per il fatto che la compagna non rispondeva da ore al telefono, è rientrato in tutta fretta da un convegno dentistico cui stava partecipando a Riva del Garda, ma ha trovato la porta dell’appartamento, situato in uno stabile di via Giulio Cesare a Bergamo, chiusa a chiave dall’interno. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, che sono entrati nell’abitazione con un’autoscala, dopo aver sfondato una finestra. Ma per mamma e figlia non c’era più nulla da fare. I vicini di casa e i conoscenti sono stati interrogati per capire i motivi del folle e disperato gesto che ha privato un uomo della moglie e della sua bambina: pare che Alessia, che lavorava come dentista nello studio del marito, a detta di tutti “serena ed equilibrata”, stesse passando un momento difficile per la recente morte della madre e fosse in cura per una forma di depressione.

© Riproduzione Riservata.