BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLITANO BIS/ Video, Bersani si commuove al raggiungimento del quorum

Pubblicazione:

Il pianto di Pier Luigi Bersani  Il pianto di Pier Luigi Bersani

IL VIDEO DI PIERLUIGI BERSANI CHE PIANGE ALL'ELEZIONE DI GIORGIO NAPOLITANO - Più che mai, in questi ultimi giorni, la gestione della res publica è impercettibilmente scivolata verso ambiti prima d’ora a lei sconosciuti. Le difficoltà circa l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica – tra schede bianche, franchi tiratori che hanno abbattuto a colpi di carabina il PD, grandi elettori che hanno votato Francesco Guccini e Rocco Siffedi, e grillini intestarditi sulla loro scelta – hanno fatto tornare alla mente alcune situazioni tipiche del reality “made in Italy”. Situazioni al limite del grottesco, nemmeno fossimo all’interno della Casa del “Grande Fratello” – tra litigate, amorazzi e ovviamente lacrime. Già, perché nemmeno le lacrime sono mancate in aula: Pier Luigi Bersani – che ha deciso di “lasciare la Casa” non perché eliminato dal televoto ma disgustato dai “traditori” che non avevano seguito l’indicazione del Partito Democratico di votare Romano Prodi – dopo il sesto scrutinio, nel quale si è finalmente raggiunto il quorum per l’elezione di un candidato, che risponde – per la seconda volta – al nome di Giorgio Napolitano, è scoppiato a piangere nascondendosi il volto tra le mani. Disperazione, calo dell’adrenalina o delusione per il trattamento ricevuto dai “suoi”? Chi può dirlo, sta di fatto che la tensione accumulata in questi giorni è sciolta con lunga standing ovation che ha seguito la rielezione di Napolitano, e il segretario uscente del Pd si è concesso, con le lacrime sul viso, un abbraccio con l'ex segretario della Cgil, Guglielmo Epifani. Ben diversa è stata la reazione di Silvio Berlusconi – rimasto un po’ nell’ombra negli ultimi giorni di “passione” del Pd, quando l’attenzione mediatica era concentrata sulla disfatta dei suoi "nemici" e sul fioccare delle loro dimissioni, da quelle di Bersani, appunto, a quelle della (fino allora) inossidabile Rosy Bindi. Il Cavaliere, pur condividendo lo stesso giorno di nascita dell’(ex) rivale Pier Luigi (anche lui venuto al mondo – come il leader del PdL, il 29 settembre, ma  - benché se a vedersi non si direbbe – di 15 anni dopo) non versa una lacrima di commozione dopo la conferma del mandato bis a Napolitano, ma indirizza alle telecamere un sorriso soddisfatto e sornione.

IL VIDEO DI PIERLUIGI BERSANI CHE SI COMMUOVE

< br/>
© Riproduzione Riservata.