BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RYANAIR/ L'Antitrust: multa da 400mila euro, la compagnia è recidiva

Pubblicazione:lunedì 22 aprile 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Ryanair è recidiva: la compagnia aerea infatti è incappata nella seconda multa per le stesse motivazioni anche se in forma diversa della precedente. Nel giugno 2011 la compagnia aerea low cost aveva subito una multa perché il modo in cui presentava ai clienti la vendita dei biglietti per i suoi viaggi non corrispondeva al vero. C'erano cioè dei costi aggiuntivi calcolati in misura fissa sul totale del pagamento. Adesso cambia la modalità ma la sostanza non cambia: si paga cioè più di quanto si dichiari ma non calcolandolo in maniera fissa ("applicazione di un costo aggiuntivo al termine del processo di prenotazione on line di un volo calcolato in percentuale sul totale della transazione e non in misura fissa"). Il cliente rimane però per così dire truffato ed ecco  scattare una bella multa pari a ben 400mila euro. Per l'Antitrust infatti siamo davanti a “reiterata inottemperanza a una delibera dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato”. Il periodo preso in esame dai giudici è quello che va dal primo dicembre 2012 al 7 febbraio 2013 quando Ryanair ha messo un nuovo supplenti chiamato Tassa carta di credito: si calcola cioè un importo pari al 2% del prezzo del servizio di trasporto in caso di prenotazione online e pagamento con diverse carte di credito comprese Ryanair Mastercard e Ryanair Visa. Alla fine dunque si ottiene un aumento della tariffa che invece viene presentata all'inizio dell'offerta. 



© Riproduzione Riservata.