BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GUSTO/ Dal pane verde alle uova azzurre, l’Italia colorata che non va su Twitter

Pubblicazione:venerdì 26 aprile 2013 - Ultimo aggiornamento:venerdì 26 aprile 2013, 9.12

Foto Infophoto Foto Infophoto

Si potrebbero chiamare le due Italia, quelle che in una settimana ho visto coi miei occhi. C'è l'Italia che va avanti, che lavora, che nonostante tutto muove gente e l'Italia che vorrebbe rappresentarla. E' stata anche la settimana dei Twitter, di questo o di quel colpo di scena (oggi le notizie arrivano per prima lì) e quella della Primavera e dei ponti, che sono occasioni di lavoro. Però qualcuno mi deve spiegare una faccenda: perché nel solito totoministri non vengono mai nominate l'Agricoltura e il Turismo? Già le due Italia. Eccole qui: da un lato l'agroalimentare che tira e il turismo che è la nostra seconda industria; dall'altro un cervello a Roma che pensa a uno sviluppo un po' confuso.

Poi salterà fuori anche il ministero delle Politiche Agricole e pure quello del Turismo, proprio come una Cenerentola, mentre il mondo continua a guardarci e per certi aspetti ad invidiare ciò che abbiamo. A Rimini ho incontrato imprenditori preoccupati perché qualcuno sta mettendo in discussione l'aeroporto, che porta migliaia di consumatori russi, ogni settimana. E per portarsi avanti verso una possibile disfatta ci sono albergatori che vendono i posti letto per poche decine di euro, se non sotto i dieci. Però a Rimini, dove sanno guardare avanti, hanno inaugurato PALATO, uno show room dei migliori prodotti del territorio dentro l'innovativo Centro Congressi. Dalle parole ai fatti. E bisogna andare a vedere cos'è Palato, raccontato dalla passione di Enrico Santini. Da Rimini a Trento, sette produttori di Vino Santo si sono messi insieme per promuovere questo vino che ha salutato il Concilio di Trento e che rimane 10 anni in cantina prima d'essere assaggiato col suo velluto.

A Palazzo Roccabruna, che è la casa dei vini (c'è anche una mostra sui giochi da tavolo, irresistibile) la sala era piena di gente per provare l'abbinamento coi formaggi di Malga e coi cantucci, che sono stati rispediti in Toscana, dove l'abbinamento è col Vin (senza la O) Santo, che è un'altra cosa. Clamorosa è stata la sosta a Padova, dove ho incontrato un imprenditore illuminato Sandro Vecchiato, che sta lanciando la più grande impresa di birra agricola d'Italia. E si chiamerà Antoniana. Ma c'era anche un produttore di “spirulina” che è un'alga dalle proprietà particolari che ha convinto la panetteria Delizie di Grano di Cittadella a fare il pane verde. Bè, ho trovato anche le uova azzurre, se è per questo, nell'azienda agricola Matteo Onorato a Segonzano, covate da una razza di galline particolare: l'Araucana.


  PAG. SUCC. >