BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPARATORIA PALAZZO CHIGI/ L'attentatore è Luigi Preiti, 45enne di origini calabresi

Si chiama Luigi Preiti, nato in Calabria nel 1964 ma residente in Piemonte, l'uomo che poco fa ha sparato diversi colpi di arma da fuoco davanti a Palazzo Chigi. Gli aggiornamenti.

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Si chiama Luigi Preiti, nato in Calabria nel 1967 ma residente in Piemonte, l'uomo che poco fa ha sparato diversi colpi di arma da fuoco davanti a Palazzo Chigi. Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, intorno alle 11.30 l'uomo è arrivato in piazza Colonna, all'angolo tra Palazzo Chigi e il palazzo dove si trova la sede del quotidiano "Il Tempo", e ha cominciato a sparare contro i carabinieri presenti che formavano il cordone di sicurezza. Un militare è stato colpito alla gola a distanza ravvicinata, ma altri proiettili hanno raggiunto almeno altri due carabinieri. Anche una passante sarebbe rimasta ferita di striscio durante la sparatoria: la donna, incinta, sarebbe stata colpita da alcune schegge mentre passeggiava con il figlio e il marito e successivamente è stata ricoverata con ferite lievi all'ospedale Santo Spirito. L’attentatore, secondo i testimoni apparentemente insospettabile, vestito in giacca e cravatta, ha tentato la fuga ma è stato arrestato al termine di una colluttazione con gli agenti presenti. Al termine del giuramento al Quirinale e una volta appresa la notizia, il presidente della Repubblica, il premier Enrico Letta e i neo ministri si sono chiusi in una stanza del Quirinale per un briefing informale per fare il punto della situazione. Il Consiglio dei ministri, proprio a causa della sparatoria, è stato anticipato alle ore 13. "I due carabinieri feriti sembrano non gravi e anche la passante", ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in questi minuti di fronte a Palazzo Chigi. "Il ferimento dei due carabinieri”, ha aggiunto, “sembra l'opera di uno squilibrato che molto probabilmente ha agito in modo isolato".

© Riproduzione Riservata.