BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SPARATORIA PALAZZO CHIGI/ Video, la figlia di Giangrande: non so se riuscirò a perdonare

“Sono fiera ed orgogliosa di mio padre che ha dedicato la sua vita al rispetto delle istituzioni”, ha dichiarato MARTINA GIANGRANDE, figlia di Giuseppe, il brigadiere ferito

Foto InfophotoFoto Infophoto

“Vi prego di rispettare la mia decisione di non fare interviste. Ritengo doveroso ringraziare l’arma dei Carabinieri che ha assistito me e i miei familiari come una grande famiglia. Anche i rappresentanti delle istituzioni che mio padre stava difendendo, mi hanno trasmesso umanità. Oggi sono tre mesi che ho perso la mia mamma, mi ha toccato l’affettuosità del presidente della Camera, Laura Boldrini”. Martina, la figlia del brigadiere Giuseppe Giangrande, rimasto ferito domenica mattina dai colpi sparati da Luigi Preiti davanti a Palazzo Chigi, ha rilasciato una breve dichiarazione durante una conferenza stampa. “Sono fiera e orgogliosa di mio padre che ha dedicato la sua vita al rispetto delle istituzioni”, ha proseguito la giovane visibilmente provata da quanto accaduto. “Per le sue condizioni di salute vi rimando al personale sanitario. Ringrazio il Policlinico Umberto I e i direttori generale e sanitario. Ora penso a mio padre e a me, noi ci definivamo un piccolo esercito sgangherato, non mi va di pensare all’attentatore”. E ancora: “Spero che quanto successo a papà faccia capire un po’ di cose a tutti, possa far riflettere e far sì che tante cose possano migliorare. Non so se riuscirò a perdonare per quello che è successo. Non so, non credo che potrò perdonare. Adesso devo pensare. Tra i due, chi ha perso sono stata io”.

© Riproduzione Riservata.