BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIRETTA STREAMING/ Video: Papa Francesco, l'Angelus da piazza San Pietro in Roma. Oggi 7 aprile 2013

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

DIRETTA STREAMING, L'ANGELUS DI PAPA FRANCESCO, OGGI 7 APRILE - Concluse le celebrazioni della Settimana Santa, Papa Francesco reciterà oggi da piazza San Pietro a Roma il nuovo Angelus, visibile in diretta streaming dalle ore 12. Nelle giornata di ieri, invece, il Santo Padre ha presieduto la Messa nella Cappellina della Casa Santa Marta, celebrazione a cui hanno assistito una famiglia argentina e alcune religiose delle Figlie di San Camillo e delle Figlie di Nostra Signora della Carità. Come riporta Radio Vaticana, nella breve omelia pronunciata Papa Francesco ha commentato le letture di questo Sabato dell’Ottava di Pasqua. La prima vede Pietro e Giovanni testimoniare con coraggio la fede davanti ai capi giudei nonostante le minacce, mentre nel Vangelo Gesù risorto rimprovera l’incredulità degli apostoli che non credono a quanti affermano di averlo visto vivo. Jorge Mario Bergoglio inizia ponendo la domanda: “Come va, la nostra fede? E’ forte? O alle volte è un po’ all’acqua di rose?”. Pietro, ha fatto notare il Papa, non ha taciuto la fede, non è sceso a compromessi, perché “la fede non si negozia. Sempre c’è stata, nella storia del popolo di Dio, questa tentazione: tagliare un pezzo alla fede”, la tentazione di essere un po’ “come fanno tutti”, quella di “non essere tanto, tanto rigidi”. “Ma quando incominciamo a tagliare la fede, a negoziare la fede, un po’ a venderla al migliore offerente incominciamo la strada dell’apostasia, della non-fedeltà al Signore”. Ecco che allora “l’esempio di Pietro e Giovanni ci aiuta, ci dà forza, ma nella storia della Chiesa sono tanti i martiri fino ad oggi, perché per trovare i martiri non è necessario andare alle catacombe o al Colosseo: i martiri sono vivi adesso, in tanti Paesi. I cristiani sono perseguitati per la fede. In alcuni Paesi non possono portare la croce: sono puniti se lo fanno. Oggi, nel secolo XXI, la nostra Chiesa è una Chiesa dei martiri”, coloro che, come Pietro e Giovanni, dicono: “Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato”. E’ questo dunque che “ci dà forza, a noi, che alle volte abbiamo la fede un po’ debole”. La grazia della fede, però, “dobbiamo chiederla, tutti i giorni: ‘Signore … custodisci la mia fede, falla crescere, che la mia fede sia forte, coraggiosa, e aiutami nei momenti in cui devo renderla pubblica. Dammi il coraggio’. Questa sarebbe una bella preghiera per il giorno di oggi: che il Signore ci aiuti a custodire la fede, a portarla avanti, ad essere, noi, donne e uomini di fede. Così sia”.

GUARDA IL VIDEO

 

CLICCA QUI SE NON RIESCI A VEDERE IL PLAYER VATICANO



© Riproduzione Riservata.