BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PESARO/ Avvocatessa sfigurata con l’acido: arrestato anche il secondo aggressore

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

L’uomo che ha sfigurato con l’acido Lucia Annibali, l’avvocatessa di Urbino aggredita in casa propria, è stato arrestato. Si tratterebbe dell’esecutore materiale di una disposizione data dall’ex fidanzato della donna, l’avvocato Luca Varani, il quale avrebbe voluto vendicarsi per essere stato lasciato dopo che la Annibali scoprì che aveva un figlio e che era fidanzato da anni. L’uomo, Rubin Talaban, un albanese trentunenne, è stato fermato dai carabinieri a San Salvo Marina, in provincia di Chieti. I militari hanno fatto scattare il blitz attorno alle 5 di mattina, dopo aver circondato la casa l’abitazione in cui si trovava assieme a due connazionali, anch’essi arrestati con l’accusa di favoreggiamento. L’operazione è stata condotta dal comandante provinciale di Pesaro, il colonnello Giuseppe Donnarumma. Ricercato dal 16 aprile, Talaban stava per tornare al suo Paese. Nell’abitazione non sono state rivenute armi, ma una discreta quantità di denaro. L’esecutore dell’attentato alla donna è stato, dunque, rinchiuso nel carcere di Rieti, come ha disposto il gip. L’aggressione è stata effettuata assieme ad una seconda persona, anch’essa arrestata. I due uomini, entrambi albanesi, sono stati incastrati dalle riprese di una telecamera di sicurezza che li ha filmati la sera dell’agguato.



© Riproduzione Riservata.