BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

NO MUOS/ Mamme con dei rosari bloccano i militari della base Usa

Gli attivisti temono che i campi magnetici prodotti dalla nuove parabole, che si andranno ad aggiungere alle 43 antenne già esistenti all’interno della base, siano dannosi per la salute

InfophotoInfophoto

E’ una protesta del tutto singolare e inedita quella che sta avendo luogo, da stamattina, a Niscemi, messa in atto dal comitato "No Muos". Gli Usa intendono costruire un sistema di telecomunicazione satellitare ad altissima frequenza (il Mobile User Objective System, il Muos) nella loro base di contrada Ulmo. Gli attivisti temono che i campi magnetici prodotti dalla nuove parabole, che si andranno ad aggiungere alle 43 antenne già esistenti all’interno della base, possano essere dannosi per la salute. Ebbene, per manifestare contro l’ipotesi, un gruppo composto da una decine di mamme con dei rosari si è sdraiato a terra, in modo da impedire il passaggio di due veicoli con a bordo cinque miliari statunitensi e operai. Nel corso della dimostrazione, le donne hanno continuato a recitare il Rosario. La polizia, in ogni caso, ha fatto sapere che contro le donne non è stata in nessun modo usata la forza. Una di loro ha spiegato che, non potendosi ormai più fidarsi né dello Stato, né della politica,non rimane che affidarsi alla Madonna e pregare per la salute dei propri figli. Nel frattempo il ministero della Difesa ha depositato presso Tar di Palermo un ricorso contro la decisione della Regione di revocare le autorizzazioni per il Muos.

© Riproduzione Riservata.