BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 22 maggio si festeggia Santa Rita da Cascia, la santa degli impossibili

Santa Rita da CasciaSanta Rita da Cascia

Il Venerdì Santo del 1432, Rita tornò in convento estremamente scossa dopo aver assistito a una predica molto accorata sulla passione e le sofferenze atroci di Cristo. Durante la notte, mentre meditava e pregava innanzi al Crocifisso, Rita ebbe un'apparizione e le si conficcò in fronte una spina della corona di nostro Signore. La ferita prodotta non si rimarginò e il segno di quella spina le rimase per tutta la vita come sigillo d'amore.

Rita trascorse circa quarant'anni in monastero e molti sono i segni miracolosi e prodigiosi a lei attribuiti, tanto che dopo la sua morte, avvenuta il 22 maggio del 1457, acquisì il titolo di "Santa degli impossibili". Tra i moltissimi miracoli a lei attribuiti vi è un elevatissimo numero di guarigioni miracolose che riguardano le malattie più disparate: cecità, mutismo, paralisi totali, ferite considerate inguaribili, possessioni diaboliche, peste, cancro e molto altro ancora. Nel 1900 Rita venne canonizzata da Leone XIII. I suoi resti riposano nella Basilica collegata al monastero di Santa Maria Maddalena, oggi dedicato Santa Rita.

© Riproduzione Riservata.