BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Processo Ruby / Video, il giudice riprende la giovane marocchina: Cambi tono assolutamente

Pubblicazione:venerdì 24 maggio 2013 - Ultimo aggiornamento:venerdì 24 maggio 2013, 15.34

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Ruby, la giovane marocchina chiamata a testimoniare nell’ambito del processo che porta il suo nome e che vede imputato Silvio Berlusconi, è stata duramente ripresa dal presidente del collegio giudicante, Annamaria Gatto, per il suo atteggiamento supponente. In una registrazione, si sente il pm Antonio Sangermano chiedere a Ruby di confermare se il primo maggio del 2010 fosse stata scippata in corso Buenos Aires. Lei conferma. Ma, quando le viene domandato quanti soldi avesse con sé, risponde: «Non so, forse 5-6». Il pm fa presente che è stata acquisita la denuncia in cui erano stati dichiarati 7mila euro. E, a quel punto, le chiede: «se lo ricorda adesso?». Ruby insiste, dicendo che no, non ricorda, per lei erano 5, forse 6. Sangermano inizia a irritarsi, e replica: «No, mi scusi, ma io le dico 7, le mi dice 5 o 6.000…». Al che, Ruby decide di farlo infuriare, rispondendo che, se ha tutto scritto, allora si può ricordare dati e cifre molto meglio di lei. La presidente del collegio la interrompe e le chiede se ricordi la cifra denunciata. «Io posso ricordarmi quello che la mia memoria mi fa ricordare. Lui ha tutto scritto, se lo può ricordare meglio di me», è la sua risposta. E’ stato allora che la Gatto ha deciso di riprenderla, intimandole: «Cambi tono assolutamente. “Lui ha tutto scritto” non è il modo di rivolgersi né a un pubblico ministero né di fronte a un tribunale».

CLICCA > QUI SOTTO PER IL VIDEO


  PAG. SUCC. >