BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ABORTO/ I numeri smascherano il vero piano di "Repubblica"

InfophotoInfophoto

Se questo già accade per questioni di tipo economico/contrattuale, a maggior ragione deve valere quando sono coinvolti così profondamente i convincimenti personali dei singoli, come nel caso dell’aborto, che comunque la nostra legge non prevede come diritto della donna, ma come estrema ratio.

Le categorie professionali chiamate in causa, quindi, dovrebbero interrogarsi seriamente sulle motivazioni di un ricorso così importante all’obiezione di coscienza, con onestà intellettuale, pronti a trarne le conseguenze, nella consapevolezza di tutti – dagli operatori sanitari stessi ai politici e agli intellettuali - che un diritto così prezioso, radicato nella nostra Costituzione, va difeso e tutelato sempre, senza se e senza ma.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/05/2013 - Giù la maschera! (claudia mazzola)

L'ho già detto una volta e lo dico un'altra volta: evitare di leggere Repubblica, è controindicato.