BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

NOZZE GAY/ In Inghilterra il primo matrimonio tra lesbiche musulmane

A Leeds la prima cerimonia che unisce due donne islamiche: entrambe del Pakistan, dove l'omosessualità è reato, hanno chiesto asilo politico al Regno Unito

Rehana e SobiaRehana e Sobia

Rehana Kausar, 34 anni, e Sobia Kamar, 29 si sono conosciute a Birmingham, in Inghilterra, dove si sono innamorate e fidanzate. Entrambe pachistane, non hanno però mai fatto ritorno nel loro Paese, dove l'omosessualità è un reato e dove hanno più volte ricevuto minacce di morte, ma hanno deciso di chiedere asilo politico alla Gran Bretagna, dove sono convolate a nozze qualche settimana fa, davanti ad un funzionario comunale di Leeds, alla presenza di sei amici in qualità di testimoni e a un gatto. Questo è il primo matrimonio gay musulmano di cui si ha notizia, dal momento che l'Islam non accetta le relazioni tra persone dello stesso sesso: “È ancora molto difficile per me dire alla mia famiglia di essere lesbica”, ha infatti detto una delle due “sposine”, che ha lamentato: “Sanno che sono credente, sanno che sono religiosa e arrivare a dire sono lesbica è molto difficile”. Oltremanica, grazie all'approvazione da parte della Camera dei Comuni del Marriage Bill, il provvedimento che prevede la legalizzazione delle nozze gay , hanno invece trovato un clima più favorevole alla loro unione: "Questo Paese - ha spiegato Rehana Kausar - ci consente di avere diritti, e noi abbiamo preso una decisione personale. Non è un problema di nessun altro che cosa decidiamo di fare con le nostre vite. Il problema con il Pakistan, invece, è che ognuno crede di avere il diritto di decidere delle vite altrui e di poter imporre la propria morale agli altri”.

© Riproduzione Riservata.