BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CECILE KYENGE/ Sono nera, non di colore, e ne sono orgogliosa

Accuse razziste le sono arrivate un po' da ovunque: è il nuovo ministro per l'integrazione. Colpa del suo essere africana. Oggi ha replicato con queste parole

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Sfogo del nuovo ministro per l'integrazione, la congolese Cecile Kyenge, che da quando è stata nominata ha già ricevuto critiche anche pesanti. Ovviamente per il colore della sua pelle. A parte il solito ed "esuberante" leghista Borghezio, diverse le critiche e insomma i sospetti sul suo conto. Oggi è intervenuta direttamente lei cercando di interrompere tante chiacchiere: sono nera e italo-congolese e lo voglio sottolineare, ha detto. Porto dentro di me due paesi e soprattutto, ha aggiunto, non sono di colore: sono nera e ne sono fiera. Ha così riecheggiato forse inconsapevolmente il famoso slogan del cantante afro americano James Brown (di cui neanche a farlo apposta oggi ricorre il compleanno) che negli anni 60 in piena tensione da lotta per i diritti civli proclamava in una sua canzone: I'm black and I'm proud, sono nero e ne sono fiero. Il ministro ha però voluto dire che l'Italio non è un paese razzista ma dalla cultura dell'accoglienza ben radicata dove però non si capisce che la diversità è una risorsa. "La risposta più forte deve darla la società civile, il Paese. E la società sta reagendo a questi attacchi, perché esiste anche un’altra Italia, accogliente”ha aggiunto. Ha anche spiegato che tutti i ministri le hanno espresso solidarietà. 

© Riproduzione Riservata.