BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ILARIA LEONE/ Nello zaino del senegalese il cellulare della ragazza

Pubblicazione:venerdì 3 maggio 2013

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Una nuova svolta nel caso dell’omicidio di Ilaria Leone, la ragazza trovata strangolata ieri in un uliveto a Castagneto Carducci, località sulla costa livornese. I carabinieri di Donoratico hanno rinvenuto nello zaino del senegalese di 33 anni, Ablaye Ndoye, il cellulare della giovane vittima. La scoperta è stata fatta dopo che i carabinieri del Ros hanno trovato lo zaino dell’uomo nascosto nel giardino della casa dove viveva insieme ad alcuni connazionali. Secondo quanto riferito dal procuratore di Livorno, Francesco De Leo, il senegalese non aveva il permesso di soggiorno ed era già destinatario di un provvedimento di espulsione. L’uomo, come confermato dal pm insieme al comandante provinciale dei carabinieri, Massimiliano Della Gala, è stato fermato nella mattinata di oggi, interrogato in questura e poi trasferito presso il carcere di Livorno, ma ancora non ha confessato. Su di lui, però, "ci sono pesanti indizi" e sembra che al momento del fermo stesse preparando la fuga. Gli inquirenti hanno potuto appurare in queste ore che “il senegalese era conosciuto come spacciatore e la giovane era una consumatrice di sostanze stupefacenti". Dalle indagini è emerso inoltre che la ragazza è stata uccisa non lontano dal luogo del ritrovamento, ma è stata successivamente portata vicino a degli ulivi. Sul terreno, infatti, sono state scoperte tracce di trascinamento.



© Riproduzione Riservata.