BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JESOLO/ Federconsorzi: sì alle assistenti di spiaggia, ma in pattuglie miste

Dopo le polemiche scaturite dalla decisione di non assumere personale femminile sulle spiagge di Jesolo per non creare tensioni con gli immigrati islamici, Federconsorzi fa marcia indietro

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Dopo le numerose polemiche scaturite dalla decisione di non assumere più personale femminile sulle spiagge di Jesolo per non creare tensioni con gli immigrati islamici, Federconsorzi ha fatto sapere che le cosiddette “beach steward” ci saranno, ma dovranno essere accompagnate da uomini che dovranno intervenire in caso di aggressione (in passato un ambulante islamico aveva preso a schiaffi una assistente di spiaggia che lo aveva invitato ad allontanarsi). Duro il commento del governatore del Veneto, Luca Zaia: “È ora di finirla, stiamo davvero esagerando. Ora pretendono anche di imporci il sesso di chi può lavorare e di chi deve fare rispettare le leggi? E’ una decisione del tutto sbagliata. Visto l’andazzo io avrei fatto il contrario e avrei assunto tutte donne. Chi sono quelli che non le vogliono? Stiamo parlando di gente che vende merce contraffatta e va avanti nell’illegalità arrecando un forte danno ai nostri commercianti e facendo allontanare i turisti alle nostre spiagge”. Sulla stessa linea anche Lorenzo Fontana,  capodelegazione della Lega Nord al Parlamento Europeo: “Proprio in una fase in cui si è deciso di promuovere una maggiore presenza delle donne nei consigli comunali, attraverso la modifica del meccanismo delle elezioni amministrative, scopriamo che quest’estate molte ragazze non potranno svolgere uno dei lavori stagionali più tradizionali per i ragazzi veneti”.

© Riproduzione Riservata.