BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROCESSO STATO-MAFIA/ No alle richieste di costituzione parte civile: non sono legittimate

Pubblicazione:venerdì 31 maggio 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

E' un no quasi di massa, con pochissime eccezioni, quello che la Corte d'assise di Palermo ha dato in merito alle richieste di costituzione di parte civile nel processo Stato-mafia. No dunque a diverse associazioni civili, partiti politici (Rifondazione comunista), amministrazioni (quelle di Firenze e la Regione Toscana), familiari (di Salvo Lima). E ancora: Salvatore Borsellino. Il motivo? Non sarebbero legittimate. Sì invece alla Presidenza del Consiglio, dell'Associazione familiari delle vittime dei Georgofili e di Libera e di Gianni De Gennaro. Invece è stata decisa una aggravante per l'ex ministro Nicola Mancino, già accusato di altri capi: si tratta di contestazione di una aggravante al reato di falsa testimonianza per cui è già accusato. Mancino avrebbe agito "non solo per assicurare l'impunità ma anche al fine di occultare il reato di attentato mediante violenza o minaccia a un corpo politico, amministrativo o giudiziario dello Stato".



© Riproduzione Riservata.