BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Costanza Miriano: contro chi insulta la fede ci resta solo il "tesoro" nascosto

Pubblicazione:domenica 5 maggio 2013

InfoPhoto InfoPhoto

I primi cristiani non rivelavano volentieri la loro fede in giro, e non solo per il rischio delle persecuzioni: non avevano come noi l'ansia di portare gli altri dalla nostra parte facendo propaganda, sapevano di doversi far riconoscere dal modo audace, soprannaturale di amarsi gli uni gli altri. Sapevano di dover essere sale e lievito, piccolo gregge.

Questo spetta anche a noi, oggi, qui: essere così luminosi e belli e irresistibili che la gente debba chiederci dove andiamo, ci chieda di portarla con noi, ci supplichi quasi. Così non andremo più in giro ad arrabbiarci contro chi evidentemente non ha ancora conosciuto lo sfolgorante amore di Dio, non si è sentito abbracciato. Chi, anche una sola volta, ha intravisto appena un riflesso del volto dell'Unico Io Sono, come può preoccuparsi, per esempio, dei filmetti di cassetta, delle canzoni blasfeme, delle stupidaggini dette con leggerezza o anche con dolo, per farsi pubblicità? Come può arrabbiarsi contro un fratello chi va a messa, dove il Creatore dell'universo si lascia mangiare, dopo averci perdonati totalmente, anche dell'averlo ucciso?

L'unica via per essere come Lui è non aprire mai bocca contro nessuno, perché quando lo facciamo non obbediamo a Dio ma al suo nemico, l'accusatore. Lui vuole dissotterrarlo e rubarcelo, quel tesoro che abbiamo trovato e nascosto nel campo. Ci conviene?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
05/05/2013 - I cristiani sono nel mondo... (Giuseppe Crippa)

Cara signora Miriano, concordo con Lei sul fatto che i cristiani non debbano arrabbiarsi con nessuno. Guardi però che non è necessario arrabbiarsi per ricorrere alla legge per chiedere che un reato, se commesso, venga perseguito ed un danno, se causato, venga risarcito. I cristiani non vivono in un mondo loro ma desiderano concorrere al bene del mondo di tutti. Ed anche questo potrebbe essere un modo.