BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIUSEPPE GIANGRANDE/ La figlia del carabiniere ferito: è vigile, speriamo in un miracolo

Il brigadiere Giovanni Giangrande, rimasto ferito dai colpi sparati da Luigi Preiti, verrà trasferito nei prossimi giorni dal Policlinico Umberto I di Roma a una clinica specializzata.

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il brigadiere Giovanni Giangrande, rimasto ferito sotto i colpi sparati da Luigi Preiti davanti a palazzo Chigi, verrà trasferito nei prossimi giorni dal Policlinico Umberto I di Roma a una clinica specializzata per la riabilitazione e per riacquistare le funzionalità degli arti. Lo hanno confermato oggi la figlia e il fratello del militare gravemente ferito: "Il percorso di mio padre sarà lungo, ringraziamo le istituzioni per la loro attenzione”, ha detto Martina Giangrande. “Papà è vigile. Ora siamo fiduciosi, speriamo in un miracolo". "Mio fratello resta in prognosi riservata”, ha confermato Pietro Giangrande, il fratello del brigadiere, “è vigile e per questo noi restiamo speranzosi per un suo recupero. Intanto, “a seguito delle numerose richieste di donazioni pervenute”, il comando generale dell'Arma dei Carabinieri ha fatto sapere di aver istituito un apposito conto corrente in favore della figlia Martina. "Io non chiedo niente, non mi aspetto niente, eventuali gesti li accoglierò volentieri", ha commentato la figlia del carabiniere. “Sono rimasta colpita da tutta questa solidarietà, non me l'aspettavo. E’ vero che è un fatto grave, successo a Roma, ma non era scontato”.

© Riproduzione Riservata.