BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 11 giugno, si festeggia San Giovanni da San Facondo Gonzalez de Castrillo

San Giovanni da San Facondo Gonzalez de Castrillo San Giovanni da San Facondo Gonzalez de Castrillo

Durante il suo periodo come novizio, san Giovanni guadagnò la stima dei suoi confratelli, compiendo anche un famoso miracolo. Nonostante le scorte alimentari del monastero fossero estremamente scarse, san Giovanni riusciva a moltiplicarle semplicemente benedicendole, permettendo così ai confratelli di sopravvivere. San Giovanni rispettava rigidamente le prescrizioni della regola di Sant'Agostino, sottoponendosi a profonde mortificazioni anche per la minore infrazione. Al tempo stesso, era un difensore dei poveri e degli umili, che prendeva spesso sotto la sua protezione. Gli sono attribuiti vari miracoli, tra cui quello di aver liberato Salamanca da un'epidemia di tifo, quello di aver fermato con lo sguardo un toro fuggitivo che stava seminando il terrore per le strade cittadine e quello di aver salvato un bambino precipitato in un pozzo profondo, semplicemente lanciandogli la corda che gli cingeva i fianchi e facendo miracolosamente salire il livello dell'acqua sino alla superficie, permettendogli di uscire.

San Giovanni morì nel 1479: il suo corpo è custodito all'interno della cattedrale di Salamanca. Venne santificato da papa Alessandro VIII nel 1691. Nella città spagnola il santo viene ricordato anche nel nome di una strada, "Tentenecio", in quanto queste furono le parole che utilizzò per placare il toro impazzito ("Tente, necio", "fermati, stupido"). È patrono di Salamanca, della sua città natale e della località colombiana di Sahagún (fondata da coloni provenienti dalla città di origine del santo).

© Riproduzione Riservata.