BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Un bambino su 5 lavora a 15 anni: dov'è finita la retorica dei diritti?

Pubblicazione:mercoledì 12 giugno 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Il Garante ha stigmatizzato in particolare la scarsità di investimenti da parte dello Stato: un atto d’accusa al quale ci si può associare, se per investimenti si intendono azioni intese al sostegno complessivo delle famiglie, per intervenire sulle condizioni nelle quali il fenomeno matura e si diffonde. 

Non soltanto, dunque, eventuali stanziamenti destinati alla creazione o all’incremento di servizi per gli utenti minori; ma anche, e soprattutto, misure a più ampio spettro pensate per le famiglie in difficoltà, dagli assegni a sostegno del reddito ai buoni scuola e sanità, fino alla definizione di una fiscalità più favorevole. Provvedimenti che consentano anzitutto a madri e padri di recuperare serenità, fiducia nel ruolo genitoriale, nella loro capacità di provvedere ai loro figli, di educarli e di sostentarli, e quindi di dedicare la dovuta attenzione alle loro reali esigenze.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.