BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERRORISMO/ Brescia, arrestato giovane marocchino: cercava obiettivi da colpire in Italia

Pubblicazione:mercoledì 12 giugno 2013

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

La Digos di Brescia, in una operazione condotta in collaborazione con la Direzione Centrale Polizia di Prevenzione, ha arrestato oggi un giovane marocchino, Anas El Abboubi, considerato il capo e fondatore della filiale italiana di “Sharia4”, movimento ultraradicale islamico già messo al bando in altri Paesi europei. Il giovane, che secondo gli investigatori era alla ricerca di obiettivi da colpire in Italia, è adesso accusato di addestramento con finalità di terrorismo internazionale e incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici e religiosi. Durante l’operazione sono stati inoltre rinvenuti alcuni scritti in cui “si inneggia al jihad contro l'Italia e la Francia e si specifica che il suo odio proviene dall'infanzia quando, dopo i fatti dell'11 settembre, veniva apostrofato con disprezzo terrorista e talebano”. A un utente del blog “Sharia4Italy”, il giovane marocchino aveva confessato di voler morire per Allah e unirsi alle formazioni jihadiste che combattono in Siria contro Assad. Tra i possibili obiettivi del ragazzo, individuati su Google Maps, c'erano la Caserma Goito e la stazione ferroviaria di Brescia.



© Riproduzione Riservata.