BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TREVISO/ Follia dell'autista del bus: picchia e insulta un dodicenne

Pubblicazione:mercoledì 12 giugno 2013

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Momenti di follia a Maserada sul Piave, in provincia di Treviso, dove un autista di autobus ha picchiato, insultato e minacciato di morte un ragazzino di 12 anni che stava tornando a casa. Era l’ultimo giorno di scuola e il giovane, nato in Italia da genitori romeni, si trovava sul mezzo insieme ad alcuni compagni di classe e altri studenti dello stesso istituto: l’autista, forse innervosito da qualche schiamazzo di troppo dovuto alla fine dell’anno scolastico, ha improvvisamente inchiodato, facendo cadere il 12enne proprio su di lui. A quel punto è scattata la follia, assurda: l’uomo ha sferrato al ragazzo un pugno sulla schiena, lo ha preso per il collo e trascinato fuori dal veicolo. Totalmente fuori controllo, ha aperto il cofano e ha avvicinato il volto del ragazzo al radiatore bollente: “Ti brucio la faccia, romeno di m…”, ha detto urlando. Come se niente fosse, l’autista è poi salito nuovamente sull’autobus e ha minacciato gli altri studenti: “Il primo che parla lo ammazzo”. La vittima, una volta tornata a casa, ha raccontato tutto ai genitori che hanno ovviamente denunciato l’autista, dipendente di una ditta privata che ha in appalto il servizio dal comune, per minacce e lesioni con l'aggravante dell'odio razziale.



© Riproduzione Riservata.