BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

M5S/ Il senatore Giarrusso chiama i carabinieri per liberarsi del giornalista

Pubblicazione:giovedì 13 giugno 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Per i grillini, i giornalisti sono peggio del fumo negli occhi. Ancora una volta, un esponente del Movimento 5 Stelle si è scagliato contro un cronista che stava facendo, semplicemente, il suo lavoro. Vittorio Romano, per il programma Quinta Colonna, aveva chiesto a Mario Michel Giarrusso se facesse ancora parte del Movimento 5 Stelle. Questo, in tutta risposta, a chiesto a Romano se facesse ancora parte del genere umano. Poi, l’ha invitato a togliersi dai piedi, lui e il suo programma di denigratori. Il cronista l’ha invitato ad un minimo di cortesia, per poi domandargli se è in polemica con il suo gruppo, e se ne sia stato sospeso. «Lei sarà sospeso dall’ordine dei giornalisti, se continua a denigrare. Credo che dovrebbero cancellare qualcuno all’ordine». Romano ha tentato di insistere, chiedendogli conto del dissenso della senatrice Gambaro. Ma il grillino,a  quel punto, ha iniziato a ripete compulsivamente: «lei e il suo datore di lavoro dove andare in galera!». Siccome Romano non desisteva, il parlamentare si è rivolto ai carabinieri. Al che, il giornalista, tra lo stupido e il divertito, si è rivolto alla telecamera, dicendo: «ma come i carabinieri? Sta chiamando i carabinieri per una domanda a un senatore! Questa è la democrazia 5 Stelle…»  



© Riproduzione Riservata.