BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAPOLI/ Trovata 27enne in un sacco della spazzatura. E’ gravissima

Una ragazza di 27 anni di nazionalità albanese, è stata letteralmente massacrata di botte e rinvenuta dalla polizia. Ha la milza spappolata e un polmone perforato. E’ in pericolo di vita

infophoto infophoto

E’ stata ritrovata in un sacco della spazzatura. E’ stata picchiata, in maniera brutale e versa attualmente in condizioni gravissime. Lei, una ragazza di 27 anni di nazionalità albanese, è stata letteralmente massacrata di botte e rinvenuta dalla polizia. Il pestaggio è avvenuto in un “basso”, una piccola abitazione tipicamente partenopea con l’entrata direttamente sulla strada. La donna è stata lasciata sul pianerottolo dal suo aggressore che, probabilmente, pensava fosse morta. Ad accorgersi che all’interno del sacco c’era qualcosa che si muoveva è stata un’inquilina del fabbricato che ha avvertito il 113. Giunti sul posto, l’hanno liberata. Era legata, e imbavagliata, con il volto tumefatto e una ferita profonda alla testa. La donna ha una milza spappolata a un polmone perforato, oltre diverse ferite all’addome. Forse, è stata picchiata con un bastone. Non si è esclude che l’aggressione sia stata a sfondo sessuale o sentimentale, come ha ipotizzato la Squadra Mobile della Questura di Napoli che sta conducendo le indagini. Con lei viveva un connazionale che, attualmente, è irreperibile. E’ stata condotto all’Ospedale Loreto Mare, dove è ricoverata in rianimazione. E’ in pericolo di vita.

© Riproduzione Riservata.