BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GAY PRIDE/ Ecco la strategia di Crocetta per diventare l’"Hollande" di Sicilia

InfoPhoto InfoPhoto

Per comprendere dove potrà giungere questa deriva citiamo due fatti: uno dalla lontana Australia e una dalla vicina Palermo. 

Norrie May-Welby è la prima «persona neutra» al mondo. Dopo tre anni di battaglia legale, la Corte d’appello del Nuovo Galles del sud (Sidney) ha annullato l’obbligo di registrare una persona negli atti legali come uomo o donna. Sulla carta di identità, certificato di nascita, morte e matrimonio oltre a maschio o femmina chiunque potrà richiedere la dicitura “imprecisato” nel campo “sesso”.

Le coppe omogenitorali sono in Sicilia circa 25. Tra esse quella di Maria e Giuseppina (nomi inventati), insieme da 14 anni che hanno deciso “di darsi un progetto di vita”, cioè di fare un figlio insieme. Come? Semplice: viaggio in Belgio, inseminazione di una delle due e ritorno a casa. Dopo nove mesi, il parto.

Chi le ha intervistate ne ha riportato un giudizio di serenità e di felicità. Due notazioni però colpiscono. Come sono giunte alla decisione di chi dovesse essere la mamma? Perché Maria piuttosto che Giuseppina? Semplice: perché una non fuma e l’altra sì; una non ha avuto malattie, mentre l’altra sì. Questo processo una volta si chiamava selezione della specie, oggi è una espressione di libertà. E quando la convivenza dovesse andare in fumo? Semplice: ciascuna per la sua strada, nessuno può far valere alcun diritto nei confronti dell’altra. Quel giorno, speriamo che mai accada, ciascuno farà trasloco: mobili, vestiti, libri e quant’altro. La differenza sarà che una delle due avrà pure una figlia da portare con sé.

© Riproduzione Riservata.